Gabriele Gobbo - Il programma TV con Gabriele Gobbo supera le 200 puntate

Il programma TV con Gabriele Gobbo supera le 200 puntate

Traguardo raggiunto e superato, quello delle 200 puntate del programma TV di Gabriele Gobbo denominato FvgTech. Una trasmissione che da anni divulga la cultura digitale sul mezzo audiovisivo ancora oggi più diffuso nelle case degli italiani, grazie alla passione e alla dedizione del suo ideatore che è un consulente e docente in digital communication, divulgatore, speaker e moderatore di conferenze che da oltre 25 anni lavora nel mondo della comunicazione, della tecnologia e del digitale.

Il programma è nato in Friuli Venezia Giulia come striscia settimanale televisiva e in breve tempo è diventato un appuntamento fisso soprattutto per i meno esperti e per chi voleva capire e conoscere la tecnologia, in modo semplice. Oggi FvgTech è un progetto a carattere Nazionale, va in onda sul digitale terrestre sui canali di diverse regioni italiane, dalla Sicilia al Veneto, passando per il Lazio e molte altre aree italiane, anche in streaming e ondemand su webTV e portali web.

Gabriele Gobbo Televisione 1024x572 - Il programma TV con Gabriele Gobbo supera le 200 puntate
Gabriele Gobbo, ideatore e conduttore TV di FvgTech

Ogni settimana Gabriele Gobbo racconta la tecnologia e il digitale, spesso assieme a ospiti ed esperti nazionali e internazionali e in diverse occasioni con l’ausilio di un’inviata generata dall’intelligenza artificiale che si occupa di spiegare concetti e parole chiave del mondo tech.

Ti potrebbe interessare:  Google immagini: suggerimenti, funzioni e opzioni per la ricerca immagini avanzata

Al programma TV si affiancano, nella piattaforma globale FvgTech, anche pillole radiofoniche, podcast, una omonima webTV, partecipazioni ad eventi e conferenze. Ma anche pubblicazioni cartacee in cui il conduttore e il progetto hanno delle rubriche periodiche e moltissime media partnership con eventi e realtà in tutta Italia, come ad esempio il Digital Security Festival. Ma non finisce qui, perché le puntate vengono diffuse anche da altre televisioni in streaming, dalla app ufficiale per Android e iPhone, da portali web locali e nazionali, attraverso i social network e un ricco podcast on demand, oltre che il sito web che contiene l’intero archivio degli episodi video, audio e radiofonici. La fruizione delle puntate è gratuita e la finalità del progetto è divulgativa e informativa. Viene distribuito in modalità syndication e le emittenti radiotelevisive interessate possono fare richiesta per la messa in onda sulle loro frequenze (in base a disponibilità di zona).