come migliorare la logistica

Come migliorare la logistica con gli strumenti digitali

L’avvento della tecnologia in ogni branca della nostra società ha profondamente rivoluzionato il mondo del lavoro. All’interno della rivoluzione del digitale, è possibile identificare dei breaking point particolarmente significativi che hanno spinto svariati ambiti e mercati verso processi di innovazione repentini e costanti. Tra questi, la nascita degli e-commerce risulta essere, forse, l’esempio più lampante. La possibilità di utilizzare la rete attraverso device portatili sempre più performanti e per svolgere pratiche disparate tra cui anche il fare acquisti ha, infatti, notevolmente impattato su diversi settori collaterali: su tutti, quello della logistica.

come migliorare la logistica 1024x768 - Come migliorare la logistica con gli strumenti digitali

Oggi, non a caso, l’ottimizzazione della supply chain rappresenta un carattere prioritario per le aziende che spediscono merci ed elaborano ordini quotidianamente. Incrementare i livelli di servizio agendo su caratteri come la rapidità, l’affidabilità e la precisione dei singoli processi, insomma, è fondamentale per le company che, pertanto, devono munirsi di strumenti digitali all’avanguardia. Al fine di ottimizzare l’identificazione e il tracciamento delle merci, infatti, la maggior parte delle aziende attive nella logistica scelgono di dotarsi di un software per stampare le etichette, strumento che aziende come Labeljoy, attiva da anni in questo settore, immettono nel mercato proprio per semplificare la vita agli addetti ai lavori.

Ti potrebbe interessare:  La Prima Web Agency di Comunicazione Olistica a Brescia

Non è solo questo, però, ad accorrere in supporto degli operatori della logistica: coscienti dell’importanza di una catena di distribuzione efficiente allo scopo di incrementare la produttività e rendere le aziende più competitive in generale. Nelle prossime righe, dunque, andremo a scoprire alcune nozioni utili per poter rendere la propria filiera più snella e produttiva, aumentando le vendite, riducendo i costi e ottimizzando il ciclo produttivo nel complesso.

Le 3 fasi della logistica sulle quali operare

Prima di entrare nel merito della questione tecnica e scoprire quali ingranaggi oleare allo scopo di ottimizzare la supply chain, occorre comprendere quali sono le tre fasi della logistica sulle quali dover andare ad agire in questo senso. In primo luogo, troviamo la logistica in entrata. Essa riguarda tutte quelle operazioni e quei processi che riguardano la ricerca dei fattori produttivi in input dell’impresa. L’ottimizzazione della logistica in entrata richiede investimenti in termini di tecnologie utili a dimezzare i tempi di approvvigionamento.

In secondo luogo, troviamo la logistica interna. In questa fase, gli input si trasformano in output. Ciò vuol dire che, quel che entra nell’impresa si trasforma in beni o servizi da distribuire, successivamente, sul mercato. L’ottimizzazione in questa fase avviene chiarendo i processi di trasformazione delle risorse in output, grazie a software dedicati con cui velocizzare i processi e tagliarne i costi.

Ti potrebbe interessare:  L’hosting Linux: che cos’è

Troviamo, infine, la logistica in uscita. Questa, coinvolge l’insieme di strategie necessari alla collocazione sul mercato dei prodotti e dei servizi attraverso canali distributivi differenti. L’ottimizzazione della logistica in uscita avviene grazie al supporto di compagnie di trasporto innovative, oltre che con l’utilizzo di programmi utili ad interagire tra negozi, partner e customers.

Come migliorare la supply chain: i requisiti

Ovviamente, l’ottimizzazione della catena logistica richiede il rispetto di requisiti come la consapevolezza nei confronti degli obiettivi che ci si pone. Procedere in maniera ragionata è fondamentale per poter trasporre i modelli teorici sul piano pratico, migliorando i processi logistici. Occorrerà, dunque, raccogliere dati sul rendimento della supply chain, allo scopo di comprendere quali sono i punti di forza e quali sono le debolezze sulle quali agire per poter rinforzare l’intero processo. La digitalizzazione deve fungere da supporto attivo in tutte le fasi, grazie ai software di analisi e gestione dedicati con i quali poter avere tutto sotto controllo sia nelle fasi di implementazione che in seguito, con il management di uno storage digitalizzato efficiente.

Ti potrebbe interessare:  Come funziona Badoo