ace 1869825 1920 - Cos’è il Social Gaming? Una guida

Cos’è il Social Gaming? Una guida

Il concetto di intrattenimento si è completamente trasformato da un decennio a questa parte. Con l’arrivo dei social network comunicare è diventato sempre più facile. Ormai non occorre nemmeno essere dotati di un pc per potersi scambiare materiale multimediale, in quanto anche gli smartphone meno performanti sono in grado di supportare le app di messaggistica maggiormente utilizzate. Il web ha offerto col tempo sempre più servizi per quanto riguarda l’informazione, la cultura e anche lo svago. Di conseguenza non sorprende che siano nati nel giro di pochi anni dei veri e propri giochi da social. Quando le persone arrivano a rimanere in contatto in tempo reale mentre si intrattengono con qualche attrazione digitale, ecco che si può parlare di Social Gaming. Un fenomeno che si sta espandendo a macchia d’olio specialmente tra i giovani.

Il Social Gaming aveva visto gli albori proprio grazie ai social network, che sin da subito hanno iniziato ad ospitare sulle loro piattaforme delle specie di videogame con tanto di possibilità di stilare classifiche tra i propri amici. Si tratta perlopiù di grandi classici, come la battaglia navale o il bowling, senza dimenticare i più famosi giochi di carte alla stregua di Briscola o Poker. Anche se alcune di queste proposte possono ricordare gli svariati giochi di casinò, specie quando si parla di giochi da tavola, il contesto è ben diverso. Il Social Gaming nasce per far condividere il tempo alle persone in maniera divertente, senza altri fini. Va da sé che da quando questa filosofia social ha abbracciato anche i videogiochi propriamente detti, a poco a poco si è sviluppata anche una componente competitiva.

Ti potrebbe interessare:  Questo plugin non è supportato, come risolvere?

L’età media dei giocatori sta aumentando costantemente anche in virtù delle porte aperte verso il mondo del professionismo. Anche se alcuni gamer si rinchiudono nelle loro camerette per giocare, in realtà non sono da soli e comunicano principalmente con i loro coetanei. L’utenza femminile sta registrando dati considerevoli, paragonabili a quella maschile. In totale, si stima che metà della popolazione mondiale abbia a che fare in qualche modo con il Social Gaming. Già, perché ricordiamo che è sufficiente che chiunque possieda uno smartphone scarichi qualche app di gioco online per entrare a far parte di questa categoria.

Oggi il valore sociale del gaming è oggetto di ampio dibattito, perché si tende a pensare che le persone non giochino più solo per semplice divertimento. Il Social Gaming viene definito come la capacità del gioco di portare a conversazioni sulle modalità con le quali i giocatori avviano una connessione e una discussione, conducendo l’interazione anche al di fuori del contesto prettamente ludico. Non a caso intorno ad alcuni specifici giochi si vengono a creare delle grandi community, che spesso e volentieri trovano dei punti di riferimento in influencer o streamer.

Ti potrebbe interessare:  Chat senza registrare un account | Le migliori del 2020

Le piattaforme di condivisione video come Twitch ricoprono infatti un ruolo fondamentale nell’ambito del Social Gaming, dal momento che molte star del web si ritrovano a giocare online persino di notte con i loro spettatori, attirando sempre più utenti verso un determinato videogame, ad esempio. Anche in Italia sono presenti degli streamer molto seguiti per il gaming e che alimentano il circuito. Il tempo in cui bastava inserire una cartuccia nella propria console è chiaramente superato. Grazie ad internet il gioco virtuale ha scoperto nuove frontiere, concentrandosi proprio su quella social.